Master in “Nutrizione ed integrazione nutraceutica: prospettive attuali e future”. All’Unical la giornata inaugurale

La nuova domanda di salute, intesa anche (ma non solo) come assenza di malattia, nonché l’aumento della vita media, la stretta e validata correlazione tra alimentazionesalute e longevità hanno delineato un trend crescente di vendita e consumo (consapevole) di prodotti per la salute e per il benessere psico-fisico. Da qui la richiesta di figure professionali dotate di specifiche competenze per lo sviluppo di prodotti sempre più efficaci e sicuri. E’ nato da qui, da questa necessità il Master di II livello in ”Nutrizione ed integrazione nutraceutica”, giunto quest’anno alla VII edizione, promosso dal Dipartimento di Farmacia e Scienze della Nutrizione e della Salute dell’Università della Calabria, anche grazie al contributo, tra gli altri, dell’Ordine nazionale dei Biologi.
Il master ha vissuto, venerdì scorso (31 gennaio) –  anche in occasione del decimo anniversario della sua istituzione – la giornata di apertura con un primo fondamentale step “formativo” ospitato nella Sala Stampa dell’Aula Magna di Unical. Di tutto rilievo il parterre dei relatori, con l’apertura dei lavori affidata alla prof.ssa Stefania Sinicropi, direttore del Master di Farmacia e SSN Unical che ha illustrato alla platea dei presenti l’itinerario decennale del progetto didattico. Tra gli interventi si sono segnalati l’introduzione del prof. emerito Sebastiano Andò (Dipartimento di Farmacia e SSN, Unical) e la “Lectio Magistralis” dal titolo “Siamo ciò che non mangiamo” a cura del prof. Menotti Calvani dell’Università Tor vergata di Roma. In rappresentanza dei Biologi è intervenuto il dottor Franco Scicchitano, consigliere dell’Ordine Nazionale dei Biologi di cui è delegato per la Calabria. Nel suo intervento, Schicchitano ha sottolineato l’importanza di un master come quello organizzato da Unical che punta a formare “esperti nel settore nutraceutico-alimentare”, fornendo “agli iscritti, tra i quali ovviamente non possono mancare i Biologi”, quelle che sono le necessarie “conoscenze relative ad una corretta alimentazione” ma anche ad un “corretto impiego di nutraceutici in stati fisiopatologici e di malnutrizione”.

Clicca qui per scaricare la locandina dell’evento e conoscere i nomi di tutti i relatori.