Prestazioni di specialistica ambulatoriale: l’ordinanza della Regione Calabria

Con l’ordinanza n. 35 del 24 aprile scorso, il presidente della Regione Calabria Jole Santelli, ha disposto ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 in materia di igiene e sanità pubblica. In particolare, vengono previste nuove disposizioni relative alle prestazioni di specialistica ambulatoriale.
Nell’ordinanza, tra le altre cose, si legge che:
1. sono consentite, a far data dal 27 aprile 2020, le prestazioni specialistiche ambulatoriali presso le strutture private accreditate e private autorizzate che siano in grado di garantire le misure minime indicate nell’Allegato 1 alla presente Ordinanza, parte integrante della stessa, nonché presso gli studi medici professionali nei quali, tenendo conto della specifica dimensione organizzativa, tali misure siano applicabili;
2. rimangono consentite le prestazioni di ricovero urgenti, quelle per riabilitazione ospedaliera ed extraospedaliera acuta, post acuta ed estensiva, di ambito oncologico (incluse le prestazioni di II livello previste dalle campagne di screening oncologico), nonché le attività̀ programmate volte alla tutela della salute materno-infantile;
3. le sedute di vaccinazione devono essere garantite con le adeguate precauzioni e contingentazioni.

L’ordinanza nr. 35 del 24 aprile.

L’Allegato 1.