Sanità Calabria: sfuma ancora la nomina del nuovo commissario

Commissario ad acta per la sanità in Calabria: fumata nera in Consiglio dei ministri. E nomina ancora rinviata. Dopo le dimissioni di Cotticelli e Zuccatelli e la rinuncia di Gaudio, non sono passati al vaglio del governo né il profilo di Narciso Mostarda (dato quasi per fatto fino a ieri sera), medico che dirige la Asl Roma 6, né quello di Luigi Varratta, già prefetto a Reggio Calabria. Nelle prossime ore si cercherà la quadra, per chiudere una vicenda che, da settimane, sta agitando l’esecutivo nazionale. Nella ricerca del profilo più autorevole, magari in grado di mettere tutti d’accordo, spunta anche l’ipotesi di chiedere ad Agostino Miozzo, attuale coordinatore del Cts, di ricoprire l’incarico.