Indennità per redditi superiori ai 50mila euro: la delibera dell’Enpab

Com’è noto, gli iscritti Enpab titolari, per l’anno 2018, di un reddito complessivo superiore a 50.000 euro sono stati esclusi dai benefici di ristoro economico previsti, nell’ambito dell’emergenza Covid, già con il primo decreto legge del 17 marzo 2020 n. 18. Una scelta che l’ente di previdenza dei Biologi ha da subito valutato come “ingiustizia sostanziale, ingiustificabile” dal momento che, proprio in quanto iscritti all’Enpab, anche costoro sono a tutti gli effetti liberi professionisti e, al pari di tutti quanti gli altri iscritti, hanno dunque subìto un danno immediato (diretto o indiretto che sia) dalle disposizioni Governative che ne hanno limitato l’esercizio della libera professione.

L’APPROVAZIONE DELLA DELIBERA
Da qui, l’approvazione di una deliberazione, da parte dell’Enpab, che ha assunto un significato molto importante dal momento che consente, di fatto, all’ente di previdenza dei Biologi di “affiancare” lo Stato.

INDENNITA’ ANCHE AGLI ESCLUSI
Nel solco dello spirito della norma, infatti, ed al fine di dirimere qualsiasi sospetto di illegittimità della decisione presa, l’Enpab ha previsto un’indennità economica, non tassata, di importo pari a mille euro da riconoscere ai Biologi liberi professionisti iscritti all’Ente di previdenza in data precedente il 1° gennaio 2019 e titolari, per l’anno 2018, di un reddito complessivo superiore a 50.000 euro.

L’ATTESTAZIONE DEL REDDITO
L’ulteriore condizione per ricevere l’indennità è l’attestazione del danno presunto che, in considerazione della consistenza del reddito prodotto e dichiarato per l’anno 2018, è identificato nella riduzione del 50% del reddito professionale prodotto nei primi quattro mesi del 2020 rispetto al reddito professionale riferito allo stesso periodo di gennaio, febbraio, marzo e aprile dell’anno 2019.

COME RICHIEDERE L’INDENNITA’
Per richiedere l’indennità bisogna inviare dalla PEC personale la domanda che vi è stata inviata, all’indirizzo PEC indennitaredditioltre50mila@pec.enpab.it il tutto entro e non oltre il 28 febbraio 2021. Sarà poi cura dell’Enpab procedere nel più breve tempo possibile e comunque nei primi giorni di febbraio ad accreditare quanto finora negato eche sarebbe invece diritto ricevere.