Calabria, biologi vaccinatori e formazione: lettera aperta del delegato Scicchitano (ONB) al governatore Spirlì

“Ill.mo Presidente, il protocollo d’intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome, l’Ordine Nazione Biologi, approvato lo scorso aprile, a seguito dello stato di emergenza, prevede il coinvolgimento dei Biologi iscritti agli Ordini, che manifestino la disponibilità, all’interno delle équipe vaccinali, in attività di somministrazioni dei vaccini“. Lo sottolinea, in una lettera indirizzata al governatore facente funzione della Regione Calabria, Antonino Spirlì, il dott. Franco Scicchitano, consigliere dell’Ordine Nazionale dei Biologi di cui è anche delegato per la Calabria. “Certamente al fine di garantire il proseguimento della campagna vaccinale e in vista del prossimo periodo estivo, in cui sarà necessario permettere contestualmente il turnover del personale e proseguire con la massima potenzialità la campagna vaccinale, la disponibilità di biologi, aventi diritto e su base volontaria, sarebbe sicuramente utile” ricorda ancora Scicchitano. “Come previsto dall’accordo – prosegue il rappresentante dei biologi calabresi –  i Biologi interessati saranno tenuti a frequentare il corso ISS ID 174F20 “Campagna vaccinale Covid-19: la somministrazione in sicurezza del vaccino anti SARSCov-2/Covid-19“. “Al fine di poter frequentare il corso ISS ID 174F20 è necessario avere la chiave di iscrizione ‘VAC1’ indispensabile per la frequenza del corso FAD” aggiunge Scicchitano. Pertanto, è la sua richiesta, “alla luce di quanto sopra esposto, si chiede il codice di accesso al corso; sarà cura di questo Ordine avvisare i colleghi e comunicare i codici di accesso”.

La lettera del consigliere Scicchitano