Covid Calabria, l’ordinanza di Occhiuto sulle modalità di inizio e fine isolamento

Di seguito, pubblichiamo l’ordinanza n. 5 del 10 gennaio 2022, del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, con le “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019” contenenti le “disposizioni relative alla diagnosi e alle attività di testing per fine isolamento, fine quarantena e di fine auto sorveglianza, nonché per il sequenziamento genomico nei laboratori pubblici abilitati“.

Tra queste, al punto 1, si precisa che “per l’esecuzione dei tamponi di fine isolamento e/o quarantena e di auto sorveglianza (nei casi indicati) SARSCoV-2/COVID-19, in alternativa all’Azienda Sanitaria Provinciale, è prevista la possibilità di esecuzione di un test rapido antigenico o molecolare, presso gli erogatori pubblici e privati, anche in modalità domiciliare, autorizzati e/o riconosciuti come abilitati.

Ancora, al punto 2 si stabilisce che “per la definizione di caso confermato COVID-19 e per la conseguente disposizione di isolamento, il test antigenico positivo rispondente alle performance minime indicate dal Ministero della Salute  – > 80% di sensibilità e > al 97% di specificità e compreso nelle liste dell’Health Security Committee (HSC) – eseguito dagli erogatori pubblici e privati all’uopo abilitati, non necessita di conferma con test RT-PCR (molecolare)”.

Scarica e leggi l’ordinanza n. 5 del 10 gennaio 2022